SERVIZI

Informazione e consulenza

Progettazione

Pianificazione finanziaria

Fornitura prodotti e materiali

Certificazione Energetica

Installazione

Manutenzione


TECNOLOGIE

Fotovoltaico

Eolico

Solare termico

Bioriscaldamento

Pompe di calore

Geotermia

Detrazione 36%

 

La Nuova Guida dell'Agenzia delle Entrate per le detrazioni del 36% aggiornata a febbraio 2012

 

La detrazione del 36% nel caso degli appartamenti vale per gli interventi di manutenzione straordinaria ed anche per alcuni di quella ordinaria. L'agevolazione del 36% si estende inoltre a tutti i lavori condominiali e alle case singole.

 

Opere contemplate:

  1. L'imposta sul valore aggiunto (l'iva per questi tipi di intervento è pari al 10%)
  2. La progettazione dei lavori
  3. L'acquisto dei materiali;
  4. L'esecuzione dei lavori;
  5. Le altre prestazioni professionali necessarie per l'esecuzione delle opere;
  6. La certificazione di conformità degli impianti.
  7. Diritti pagati per autorizzazioni, oneri comunali di urbanizzazione, denuncia di inizio attività (DIA)


Quanto dura l'agevolazione

Salvo proroga, si può usufruire di tale agevolazione fiscale per le opere pagate entro il 31.12.2011.

 

Tetto di spesa

La somma massima detraibile è di 17.280 € e corrispondenti al 36% di una spesa di 48.000 € vale per ogni opera assentita su ciascun immobile, a prescindere da quanti pagano i lavori e anche se i pagamenti si protraggono per più anni.

 

Per quali immobili

  1. Abitazioni e loro pertinenze;
  2. negozi, uffici e laboratori, purchè il palazzo in cui si trovino sia adibito principalmente a residenza.

Regole generali 
Gode della detrazione chi ha pagato i lavori se si tratta di:

  1. proprietari o titolari di diritti reali (usufrutto, diritto di abitazione, ecc);
  2. inquilini e comodatari;
  3. soci di cooperative in proprietà divisa e indivisa;
  4. soci di società semplici, in accomandita semplice, in nome collettivo nonchè di imprese familiari.

In caso di compravendità il diritto alla detrazione va all'acquirente dell'immobile per le rate non godute.

 

Rateizzazione della detrazione 
Avviene in 10 rate di uguale importo, con le seguenti eccezioni:

  • contribuenti da 75 anni a 79 anni di età possono scegliere la modalità delle 5 rate;
  • contribuenti oltre gli 80 anni possono scegliere 3 rate;
  • nel caso in cui si supera una delle varie soglie d'età è possibile modificare la modalità scelta inizialmente. eredi o acquirenti non possono poi fare altre modifiche.

 

Tempistica e pagamento

Ai fini della dichiarazione dei redditi per la detrazione del 36% conta la data del bonifico, che è l'unica modalità di pagamento ammessa. Il bonifico non è necessario per le detrazioni sugli acquisti di case da imprese che hanno interamente ristrutturato il palazzo.

 

Casi particolari

La detrazione del 36% si applica anche per l'acquisto di box nuovi purchè destinate a pertinenza dell'abitazione.

 

Come procedere: quali documenti .

  1. prima dell'inizio dei lavori, su prestampato scaricabile dal sito dell'Agenzia delle Entrate, si spedisce con raccomandata al Centro Operativo di Pescara, la comunicazione di inizio lavori.
  2. copia della notifica di cantiere all'Ausl competente di zona, nel caso in cui il cantiere ricada nella casistica di cui al T.U. sulla sicurezza (art. 99 D.Lgs n.81/2008);
  3. verbale di assemblea condominiale con assenso all'esecuzione delle opere;
.
  4. copia delle ricevute di pagamento ICI dal 1997 in poi
  5. copia della DIA, o dell'autorizzazione o permesso di costruire rilasciato dal Comune in cui è ubicato l'immobile.

Nella comunicazione è possibile sostituire tale documentazione con una autocertificazione, con l'impegno di conservare gli originale ed esibirli in caso di richiesta.

 

Altre detrazioni

  • 2.000 euro per gli elettrodomestici e mobili.
Si può beneficiare di tale detrazione (20% di una spesa massima di 10.000 euro da rateizzare in 5 rate annuali) solo se si usufruisce anche dello sconto del 36% per le ristrutturazioni. L'agevolazione è valida per acquisti effettuati tra il 07.02.2009 e il 31.12.2009, mentre le opere di recupero edilizio devono essere state iniziate e pagate dopo il primo luglio 2008. Tale sconto non è cumulabile con la detrazione prevista per la sostituzione di vecchi frigoriferi e congelatori.
  • 200 euro se si sostuisce il frigo 
Sono interessati i nuovi frigoriferi e congelatori di classe energetica non inferiore alla A+ acquistati entro il 31.12.2010 e che vanno a sostituire un vecchio apparecchio. La detrazione del 20% si applica a un importo massino di spesa di 1.000 euro.